“Chi (non) siamo”? (Non) rispondono Montale e Guccini

Sillabe storte, strade deserte, nuvole basse e un muro scalcinato. Lo schiocco del sole in un campo di grano, parole secche come un ramo. L’animo nostro informe, l’ombra e l’inganno consueto. Chi non siamo?
Favole spente, una sponda brulla, la polvere di un angolo tetro.
Forse un mattino, in un’aria di vetro, qualcuno saprà il segreto. Sarà troppo tardi?

Sposando tre poesie e due poeti come si abbina un vino speciale a un piatto stellato, in un momento in cui ci crollano addosso le macerie di tutte le nostre certezze, questo video rende omaggio a chi ha capito che le parole sono sprecate se usate soltanto per affermare.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.